INFLAZIONE IN “HIKELANDIA”

INFLAZIONE IN “HIKELANDIA”

I paesi che per primi hanno alzato i tassi ora li stanno tagliando. il gruppo di paesi denominato da The Economist “Hikelandia”, – Brasile, Cile, Ungheria, Nuova Zelanda, Norvegia, Perù, Polonia e Corea del Sud – ha iniziato a inasprire la politica monetaria nel 2021, molti mesi prima della Federal Reserve e della Banca Centrale Europea. Nonostante questi paesi abbiamo aggrediti le spinte inflazionistiche in anticipo e con rialzi dei tassi anche più importanti di altre banche centrali, per gran parte del 2022 e del 2023, L’inflazione ha continuato a salire anche in questi paesi.

Ora, però, la situazione è decisamente cambiata. L’inflazione in “HIKELANDIA” è ancora troppo elevata, ma sta diminuendo rapidamente . Così velocemente che i banchieri centrali del club stanno ora anticipando il resto del mondo in un modo nuovo: tagliando i tassi di interesse.

I policymaker di Hikelandia hanno ridotto gli oneri finanziari in media di circa un punto percentuale rispetto al picco dello scorso anno. La banca centrale del Cile ha ridotto il tasso di riferimento di tre punti percentuali. I tassi di interesse più bassi sembrano aiutare la crescita di Hikelandia. Un anno fa la produzione economica del club era in netto calo. Ora sta aumentando.

Tuttavia Non ovunque a Hikelandia si registra un’inflazione in discesa . In Norvegia i prezzi “core”, una misura che esclude quelli di cibo ed energia, continuano ad aumentare del 6% su base annua. Questo valore è solo leggermente inferiore al recente picco del 7%. Anche il rallentamento dell’inflazione core in Perù è modesto. Ma altrove, la crescita dei prezzi si sta attenuando rapidamente. L’inflazione core in Ungheria è scesa di ben 15 punti percentuali dall’inizio dello scorso anno, quando gli enormi aumenti dei prezzi dell’energia avevano aumentato i costi di produzione praticamente di tutto.

Altri dati mostrano che l’inflazione sta diventando meno radicata. Alla fine del 2022 i prezzi per ogni categoria di beni e servizi nel paniere dell’inflazione polacca erano aumentati di oltre il 2% su base annua. Alla fine del 2023, solo il 90% di loro l’aveva fatto. Il calo dell’“ampiezza dell’inflazione” in Corea del Sud è ancora più impressionante. Gli aumenti salariali si stanno moderando, limitando ulteriori aumenti dei costi delle aziende. Anche i dati relativi aller ricerche su Google mostrano che le persone in tutta Hikelandia non cercano più il termine  “inflazione” come prima.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.