LA CRISI ECONOMICA CINESE

LA CRISI ECONOMICA CINESE

Il capo della China Securities Regulatory Commission, Yi Huiman, è stato improvvisamente rimosso il 7 febbraio dopo settimane di instabilità di mercato, aggiungendosi a una serie di funzionari precedentemente licenziati in periodi di crollo dei prezzi delle azioni. La Cina ha perso oltre $1 trilione di valore di mercato quest’anno, con il Shanghai Composite che ha toccato un minimo quinquennale il 5 febbraio. La situazione economica è critica, con il mercato immobiliare in uno stato disastroso e le politiche di salvataggio del governo appaiono insufficienti. La percezione negativa dei mercati potrebbe colpire anche la reputazione di Xi Jinping a livello internazionale. Gli investitori stranieri stanno abbandonando il mercato, vendendo azioni per $2 miliardi solo a gennaio, e alcuni fondi stranieri stanno chiudendo. Molti non prevedono un rapido recupero, evidenziando la necessità di un piano ambizioso per risolvere la crisi immobiliare che potrebbe richiedere anni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.