LAVORO E DISCRIMINAZIONE: COSA CI DICONO GLI STUDI SUL CAMPO

LAVORO E DISCRIMINAZIONE: COSA CI DICONO GLI STUDI SUL CAMPO
Per studiare le discriminazioni sul lavoro si effettuano esperimenti sul campo in cui i ricercatori inviano CV falsi a datori di lavoro in risposta a veri annunci di lavoro, variando la razza, il sesso o altre caratteristiche degli ipotetici candidati. La variabile di interesse è il numero di risposte che ciascuna versione del CV riceve dai datori di lavoro. È un ottimo modo per rilevare i pregiudizi nel mondo reale.

Il grafico riassume i risultati di una meta-analisi di studi di corrispondenza condotti tra il 2005 e il 2020. I punteggi inferiori a 0 indicano discriminazione contro il gruppo in questione; le barre in blu indicano che il risultato è statisticamente significativo.

Come si può vedere, il grafico presenta alcuni risultati sorprendenti e altri ampiamente attesi. Tra i risultati non sorprendenti c’è il fatto che i membri delle minoranze etniche tendono a ricevere meno risposte rispetto a quelli delle maggioranze etniche. Un risultato più sorprendente è che la discriminazione basata sulla disabilità, sull’età avanzata e sulla bassa attrattiva fisica è intensa quanto quella basata sulla razza. Nel frattempo, la discriminazione basata sulla religione, sulla classe sociale e sullo stato civile è meno intensa.

Un altro risultato intrigante è che le donne hanno leggermente più probabilità di ricevere una risposta rispetto agli uomini. Sebbene questo possa sorprendere molti, è coerente con altre recenti meta-analisi sugli studi sulla discriminazione nelle assunzioni.

Il grafico proviene da un articolo intitolato “The state of hiring discrimination: A meta-analysis of (almost) all recent correspondence experiments”, scritto da Louis Lippens e colleghi ed è stato commentato dal professore di psicologia e divulgatore Steve Stewart-Williams nella propria newsletter The Nature-Nurture-Nietzsche.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.