MEME STOCK: CI RISIAMO?

MEME STOCK: CI RISIAMO?
Sembra di essere tornati nel 2021 poiché GameStop - che, fino a tre anni fa, era un rivenditore di videogame in difficoltà - ha riacquistato ancora una volta il suo status di meme stock, con le azioni della società che hanno guadagnato finora oltre il 180% nel giro di appena due sedute, per poi crollare di nuovo dopo la pubblicazione della trimestrale.

Sembra esser bastato un post su Twitter di Keith Gill, come conosciuto sul web come The Roaring Kitty per far scattare il rialzo, nonostante i segnali che qualcosa si stesse muovendo sul titolo si potessero già cogliere nelle settimane precedenti sul mercato delle opzioni.

Nella scorsa settimana gli scambi sul titolo hanno raggiunto valori stellari per le azioni di un’azienda di quelle dimensioni.

In effetti, per le aziende delle sue dimensioni il volume degli scambi del GME – che ha superato i 10 miliardi di dollari – rappresenta un valore del tutto anomalo. La media per quel sottoinsieme di aziende simili? Solo 94 milioni di dollari

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.